Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Gesù appare davanti a Pilato

Riflessione per la festa di Cristo Re

«Ecco il vostro Re!…»

Pilato offre agli ebrei di riconoscere e proclamare Gesù come loro Re. Gli ebrei fanno la loro scelta. «Non abbiamo altro re che Cesare», gridano con furia satanica. Cesare sarà il loro re, e Gesù sarà messo a morte…

L’Eterno Padre presenta perpetuamente al mondo il divino Redentore, presente e vivo nell’Eucaristia, dicendo: «Ecco il tuo Re!» — Ecco il vostro Re, da adorare, da amare, da servire.

Allo stesso tempo, Cesare si presenta per regnare sul cuore del cristiano. Cesare è il mondo con tutte le sue esigenze, le sue massime, le sue gioie sensuali; Gesù è l’ostia, l’umiliazione, la sofferenza, la corona di spine, la croce. Non si può rimanere indecisi a lungo. Devi fare la tua scelta tra Gesù e il mondo. Dovete unirvi alla bandiera dell’uno o dell’altro… Adulteri, non sapete che l’amore di questo mondo è inimicizia contro Dio? Quindi, chi vuole essere amico di questo mondo è un nemico di Dio. (Jas. 4:4)

Chi sceglierete? Gesù o Cesare?

Sì, Padre, ho scelto, Gesù sarà il mio re! Voglio che Lui regni su di me.

Padre, rispondi alla mia preghiera.

Che Gesù l’Ostia regni sulla mia mente. D’ora in poi voglio pensare solo a Lui, studiare solo Lui, le sue eccellenze divine, le sue infinite bontà, la sua santa legge, i suoi adorabili precetti, i suoi esempi. Voglio stabilirlo per sempre come il Re dei miei pensieri…

Che Gesù l’Ostia regni sul mio cuore. Che il mio cuore sia d’ora in poi tutto Suo e solo Suo. Che Lui abbia il primo posto nei miei affetti. Che il mio cuore non abbia mai la sfortuna di essere diviso tra il suo amore e quello del mondo, tra il servizio di questo Re divino e quello delle mie passioni! E se qualche cesare straniero dovesse ancora assalirmi e assediare il mio cuore, che io risponda loro senza esitazione: “Non abbiamo altro re che Gesù Cristo!”. – Il mio unico e solo re, per il tempo e l’eternità, è il Signore Gesù Cristo!”.

Che Gesù l’Ostia regni sulla mia volontà. Voglio sottomettermi alla sua legge, abbracciare la sua buona volontà, portare il suo giogo con coraggio. È su di te, o Padre celeste, che conto per resistere ai nemici della sua regalità in me e per difendere la cittadella della mia anima… Dammi la forza di dire sempre un no sincero alla tentazione e al peccato, e di rimanere senza paura e senza rimproveri al servizio di Gesù… Sì, voglio stabilirlo per sempre come il Re della mia libertà…

Che Gesù l’Ostia regni su tutta la mia vita. Che io possa lavorare, pregare, soffrire e gioire per Lui. Che la mia unica gioia nel mondo sia di vivere all’ombra dei suoi tabernacoli o ai piedi dei suoi troni… Che la mia suprema felicità sia di installarlo ogni mattina sul trono del mio cuore attraverso la Santa Comunione…

Che il tuo regno eucaristico, il regno del tuo Sacro Cuore, venga, o Gesù, Re universale delle anime…

Dirigi, governa per fede il mondo delle intelligenze, e che tutti, grandi e piccoli, dotti e ignoranti, re e popoli, ricevano con sottomissione la tua dottrina e chinino la fronte davanti al grande Mistero della fede…

Dirigi e governa i cuori di tutti gli uomini con amore. Che tutti comprendano che se hai steso un velo sul tuo volto splendente, se hai nascosto la tua gloria sotto apparenze oscure, è per togliere la paura dai loro cuori e per ottenere da loro l’amore…

Dirigere, governare il mondo delle anime. Non basta che Tu abbia trionfato sulle menti degli uomini con la fede e sottomesso i loro cuori con l’amore; le anime devono offrirti l’omaggio riservato alla divinità: l’adorazione. Che tutti Ti riconoscano non solo come un Re, anche come un grande Re, ma come il loro Dio, il loro Creatore e il loro Salvatore. Che tutti confessino la loro nullità davanti alla tua infinita grandezza…

Governare, governare le nazioni e i loro governi. Il Tuo regno, o Gesù, deve essere un regno sociale. Tu non sei solo il Dio e il Re degli individui e delle famiglie: Tu sei anche il Dio e il Re dei popoli… Fa’, o Re divino, che in ogni Tuo tempio si stabiliscano guardie d’onore,… affinché Tu abbia la consolazione di avere sempre e ovunque ai tuoi piedi, molti sudditi che Ti adorano e Ti amano…

Sii il Re dei popoli, il Re delle famiglie, il Re degli individui…

Quanto deve essere benedetta l’anima che può dire a Gesù in tutta verità: «Tu sei il mio unico Re, il mio unico bene, il mio unico amore…»

(Da: La Passione meditata ai piedi del S. Sacramento, di A. Jos. Chauvin, s.s.s.)