Cerca
Generic filters

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Notre Dame du Laus

Un corredo reale per Maria

Santa Rosa da Lima aveva l’abitudine di portare un mazzo di fiori, che coltivava a questo scopo, ai piedi della statua di Maria ogni sabato dell’anno. Maria, sensibile a questa attenzione filiale, si è incaricata di fornire i mezzi per continuarla. Di conseguenza, il suo giardino non mancava mai di fiori in qualsiasi stagione, anche nel caldo torrido dell’estate; un fatto che veniva notato con ammirazione da tutti coloro che frequentavano la casa dei suoi genitori. Ma questi piccoli doni erano ben lungi dall’esprimere tutto il bene che voleva dalla sua augusta madre. «Se fossi ricca, disse, vorrei regalarle una corona d’oro ornata di pietre preziose. La mia povertà mi condanna a darle solo fiori. L’umile ragazza non diceva tutta la verità, perché la sua ingegnosa devozione le forniva i mezzi per offrire due volte all’anno i suoi magnifici doni. Mi riferisco agli ornamenti spirituali che ha fatto per Lui e per il Bambino Gesù.

Ecco il progetto di uno di questi indumenti come è stato trovato nelle sue carte dopo la sua morte. «Idea di un abito che io, Rosa di Santa Maria, mi impegno a fare per la Regina degli Angeli, con l’aiuto del Signore. Le farò un vestito di seicento saluti angelici e altrettante Salve Regina, con quindici giorni di digiuno, in memoria della gioia purissima che le procurò la sua Annunciazione. Aggiungerò un manto composto dallo stesso numero di saluti e Salve, quindici rosari e quindici giorni di digiuno, in memoria della Sua graziosa visita a Santa Elisabetta. Le frange e gli altri ornamenti di questo manto saranno costituiti da seicento saluti e altrettante salvezze, in ricordo delle consolazioni che le ha dato la nascita del suo adorabile Figlio. Farò la stessa spesa per fornirgli un velo. La collana che sto facendo per Lui avrà lo stesso valore; e la mia intenzione nel fare questi due oggetti sarà di celebrare la gioia della Presentazione e Recupero di Gesù nel tempio. Infine, metterò nella sua mano reale un bouquet composto da trentatré orazioni domenicali accompagnate da un numero uguale di saluti, Gloria Patri, Salve e rosari, per onorare i trentatré anni che il mio Gesù ha vissuto qui sotto».

Su questa nota è stato poi letto un poscritto: «Questo ornamento è completo. Sia benedetto Dio. Non mi resta che scusare i difetti della mia opera, alla mia santa Madre, e l’audacia che ho preso nell’offrirla a Lei».

(Padre Huguet)

Altre storie...