Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Sacro Cuore di Gesu

Visione celeste.

I meriti del Cuore di Gesù compensano tutte le nostre miserie e l’amore che abbiamo per Lui cancella la nostra indegnità. Ecco cosa si legge in proposito negli scritti di Santa Caterina da Genova:

Dio le mostrò l’amore con cui aveva sofferto per lei. E quando la sua anima vide questo grande, puro e veemente amore con cui Dio l’amava…, capì allo stesso tempo la grande malignità dell’uomo, e l’inconcepibile amore che Dio esercita continuamente verso di lui, facendogli sempre del bene quasi suo malgrado, e senza guardare i mali che fa. Non cessa mai di operare con mezzi infiniti ciò che è proficuo e utile per l’uomo, non irritandosi per le offese che commette, ma aspettandosi e cercando il suo emendamento con puro amore, avendo sempre in vista la sua salvezza eterna.

Il Santo vide anche che cosa era l’uomo, e vide che era quasi tanto malvagio e cattivo quanto Dio è buono. Questa vista la fece sprofondare in una tale disperazione di se stessa che, non volendo più perdere tempo a pensarci per cercare qualche rimedio, mise tutta la sua fiducia in Dio e gli disse: «Signore, mi presento a Te, perché non so più che cosa devo fare, visto che sono solo adatta e sufficiente a farmi un inferno. Perciò, Signore, vorrei fare uno scambio con Te, e darti il mio essere malvagio nelle tue mani, perché Tu solo puoi nasconderlo e ingoiarlo nella tua bontà…» Nostro Signore, dopo averle testimoniato che si compiaceva di questa offerta, versò nel suo cuore un raggio d’amore così ardente, ardente e penetrante, che la spogliò in un istante di ogni attaccamento ai beni e alle gioie di questo mondo. Questo raggio d’amore rimase impresso nel suo cuore insieme alle cinque piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo, che mandavano gocce di sangue ardenti d’amore e ardenti verso l’uomo… Vedeva chiaramente ciò che era, e si vedeva così trattenuta e sorvegliata da Dio che ogni volta che Dio l’avesse abbandonata, sarebbe stata molto veloce a fare tutte le sue opere con tanta malizia quanto il diavolo. Ma non aveva paura, vedendo che era nelle mani di Dio. La vista che la tormentava e la faceva bruciare era quella dell’amore ardente di Dio per l’uomo; diceva che il fuoco veemente che sentiva non poteva essere espresso con linguaggio umano.

Altre storie...