Se non riuscite a trovare quello che state cercando, scriveteci:
apotres@magnificat.ca

Vite dei Santi: sanctoral.com

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Représentation unique de la Crèche.

Le charme de l'Enfant-Dieu vous fera oublier vos soucis, vos chagrins.
Jésus vous offre le cadeau d'un coeur d'enfant rempli d'amour,
de paix et de bonheur véritable.

Les services sont gratuits.

Horaire:

Messe de Minuit:
Messe du jour:
Visite de la Crèche:

Messe de Minuit:
Messe de Minuit:

25 décembre, 00:00 h.
25 décembre, 10:00 h.
25 déc. au 31 janv., 9 h - 18 h

1 janvier, 00:00 h.
6 janvier, 00:00 h.

Messe de Minuit: 25 décembre, 00:00 h.
Messe du jour: 25 décembre, 10:00 h.
Visite de la Crèche: 25 déc.-31 janvier, 9 h-18 h.

Messe de Minuit: 1 janvier, 00:00 h.
Messe de Minuit: 6 janvier, 00:00 h.

Réservation:

(819) 688-5225

Notre adresse:

290 7e rang - Mont-Tremblant - Québec - Canada - J8E 1Y4

Una storia per ogni giorno...

San Giuseppe

Devozione del Santo Curato d’Ars.

Fin dalla sua infanzia, Giovanni Maria Vianney si fece notare per la sua disposizione verso la virtù e la santità. Si può dire che l’amore per Gesù e Maria era innato in lui. Dopo la sua prima comunione, i suoi genitori lo impiegarono nell’arduo lavoro dell’agricoltura. Lungi dal lamentarsi della sua dura esistenza, il giovane Vianney considerava le pene del suo stato come molto gradite a Dio, e cercava di santificarsi anche nelle azioni più ordinarie della vita. Per ottenere pazienza e motivazione per il suo duro lavoro, mise una piccola statua della Beata Vergine che teneva il Bambino Gesù nelle sue mani a dieci passi davanti a lui. Il suo ardore per il lavoro fu acceso dalla vista della Regina del Cielo, che Tertulliano chiama l’Operaia di Nazareth, dalla vista del Bambino divino, il Figlio dell’Operaia. Di tanto in tanto la guardava con tenerezza, con amorevole fiducia, con uno sguardo di predestinazione, e lo si sentiva sospirare mentre si asciugava il sudore: «Tutto per Gesù e Maria», imitando San Giuseppe, il cui intero lavoro era offerto per Gesù e Maria.

Quando arrivò alla sua piccola statua, Giovanni Maria si prostrò davanti ad essa, rivolse una fervida preghiera al Salvatore e alla Vergine, e, dopo un leggero riposo davanti ai loro occhi, portò la sua cara immagine più lontano, riprese il suo lavoro con nuovo ardore, e lo continuò fino alla fine della giornata, sempre sotto gli auspici, lo sguardo e gli ordini di Gesù e Maria. Oh, quanto deve essere stata gradita a Dio quest’opera! Che giorni pieni per il cielo!

Come ci ricorda bene questo pio contadino della Dombes, San Giuseppe che lavora a Nazareth con Gesù e Maria! C’è da meravigliarsi che M. Vianney, Curato d’Ars, sia diventato il modello dei preti e il taumaturgo del XIX secolo?

Altre storie...