Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Sacro Cuore di Gesu

Apparizione del Sacro Cuore di Gesù a Santa Margherita Maria.

Nostro Signore non solo fece conoscere alla Sua fedele serva le grazie che avrebbe concesso a coloro che avrebbero venerato l’immagine del Suo Sacro Cuore, ma Si degnò anche di mostrarle come doveva essere rappresentata. Ecco come la serva di Dio riferì questo al suo direttore.

“Il giorno di San Giovanni Evangelista, dopo aver ricevuto il mio divino Salvatore, Egli mi fece una grazia che mi sembrò essere della stessa natura di quella ricevuta da questo discepolo amato la sera dell’ultima cena. Il Cuore di Gesù mi fu rappresentato come in un trono formato da fuoco e fiamme, splendente da tutte le parti, più luminoso del sole e trasparente come un cristallo. La ferita che ricevette sulla croce era visibilmente visibile. C’era una corona di spine intorno a questo Sacro Cuore e una croce sopra di esso che sembrava essere piantata lì. Il mio divino Maestro mi fece capire che questi strumenti della Sua passione significavano che l’immenso amore del Suo Cuore per gli uomini era stato la fonte di tutte le Sue sofferenze: che fin dal primo momento della Sua incarnazione tutti questi tormenti gli furono presenti, e che da quel primo momento la croce fu, per così dire, piantata nel Suo Cuore; che Egli accettò da quel momento tutti i dolori e le umiliazioni che la Sua santa umanità doveva soffrire durante il corso della Sua vita mortale, così come tutti gli oltraggi ai quali il Suo amore per gli uomini lo espose fino alla fine dei secoli, dimorando con loro nel santo Sacramento.

“Mi fece allora sapere che il grande desiderio che aveva di essere amato perfettamente dagli uomini lo aveva fatto decidere a manifestare loro il Suo Cuore, e a dare loro in questi ultimi giorni quest’ultimo sforzo del Suo amore proponendo loro un oggetto e un mezzo così appropriato da impegnarli ad amarlo, e ad amarlo fermamente. Che in questo Egli apra loro tutti i tesori d’amore, di grazie, di misericordia, di santificazione e di salvezza che questo Cuore contiene, in modo che tutti coloro che vorranno rendergli e procurargli tutto l’amore e l’onore che sarà loro possibile, si arricchiscano a profusione dei tesori di cui questo Cuore divino è la fonte, una fonte feconda e inesauribile.

“Mi assicurò, inoltre, che provava un piacere singolare nel vedere i sentimenti interiori del suo Cuore e del suo amore onorati sotto la figura di quel cuore di carne, così come mi era stato mostrato, la cui immagine desiderava fosse esposta in pubblico; al fine, aggiunse, di toccare i cuori insensibili degli uomini. Allo stesso tempo mi promise che avrebbe riversato abbondantemente sui cuori di coloro che Lo onoravano, i tesori di grazie di cui è pieno il Suo Cuore, e che ovunque questa immagine fosse esposta per essere particolarmente onorata, vi avrebbe attirato ogni sorta di benedizioni.

“Ma ecco ciò che mi causò allo stesso tempo una specie di tormento che mi fu più sensibile di tutte le pene che sentivo: fu che, quando questo Cuore mi fu presentato, mi fece sentire di nuovo queste parole: Ho una sete ardente di essere onorato e amato dagli uomini nel Santissimo Sacramento; e tuttavia non trovo quasi nessuno che si sforzi, secondo il Mio desiderio, di placare la Mia sete, offrendomi qualche ritorno.

Altre storie...