Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Cuore eucaristico di Gesù

Pietà di San Venceslao.

Cosa diremo di San Venceslao, re di Boemia? Questo santo re non si accontentava di assistere ogni giorno a diverse messe, inginocchiandosi sul pavimento della chiesa e servendo il sacerdote all’altare con angelica modestia e fervore, ma adornava anche gli altari con i gioielli più ricchi della sua corona e i drappi più preziosi del suo palazzo. Era anche sua abitudine preparare le ostie per il sacrificio con le proprie mani. Il grano stesso che serviva per fabbricarli era raccolto con la sua stessa cura; lo si vedeva, senza timore di derogare alla dignità regale, arare la terra, seminare il grano e mietere il raccolto, dopo di che schiacciava il grano e setacciava la farina; poi, dal fiore più fine, impastava i pani dell’altare, che presentava umilmente ai sacerdoti. O mani degne di portare lo scettro! Ma quale vantaggio ha tratto da una così tenera devozione? Dio permise all’imperatore Ottone I di mostrare a questo santo re una benevolenza senza pari, di cui gli diede una prova eclatante permettendogli di attaccare al suo stemma lo stemma dell’impero, un favore che non fu concesso a nessun altro principe.

Ma se Dio si preoccupò di ricompensare, anche in questo mondo, la devozione di Venceslao al santo sacrificio, gli concesse una ricompensa molto più magnifica in cielo, quando, con un glorioso martirio, scambiò la sua corona peritura con un diadema immortale.

Altre storie...