Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Nostra Signora dell'Assunzione

Il coraggio di Suor Rosalie.

Chi non ha sentito parlare di suor Rosalie, la santa superiora della casa delle Suore della Carità in rue de l’Épée-de-Bois?

Questa santa sorella era magra, debole, delicata; ma il suo zelo le dava una forza sorprendente. Fu dalla sua fede, dal suo amore per Dio e dalla sua tenera devozione alla Santa Vergine che attinse la forza eroica che le fece sopportare tutte le avversità, e il coraggio sovrumano che la rese insensibile al pericolo.

Un giorno, un orribile, spaventoso tumulto rimbombava per Parigi; fin dal mattino, i cannoni avevano devastato la chiesa di Sainte-Geneviève, un santuario che era stato aperto e chiuso tante volte per il culto.

Gli ufficiali feriti furono portati alle suore in rue de l’Épée-de-Bois. Suor Rosalia è ovunque, amministra l’aiuto a tutti. Richiamava alla vita coloro che potevano essere curati, forniva assistenza religiosa, riconciliava con il cielo coloro che stavano per morire.

Improvvisamente fu richiamata dalla paura: una truppa di insorti era alla porta, volevano sgozzare i feriti che erano appena stati curati, ruggivano, stavano per sfondare la porta.

Suor Rosalia pregò; e la Santa Vergine le mandò un’ispirazione eroica: aprì la porta che stava per essere sfondata e rimase sola sulla soglia di questa porta, di fronte a questa banda furiosa, ebbra di sangue.

«Cosa volete, signori?» disse gentilmente, ma con autorità. – Vogliamo i nostri nemici che ci nascondete. – Signori, qui non ci sono né amici né nemici, ci sono solo feriti, e noi li stiamo fasciando; sono nostri fratelli in Gesù Cristo, come voi. Tu andrai da loro solo passando sul mio corpo; loro andrebbero da te feriti solo immolandomi».

Questa semplicità, questo coraggio, ha commosso questi uomini fuorviati, si sono ritirati; e questa donna debole ha salvato uomini forti e induriti che non potevano più difendersi, li ha preservati dalla morte; ma ha fatto di più, perché ha salvato da un crimine coloro che volevano ucciderli.

Chi ha dato a Suor Rosalia questa forza eroica? Il tuo amore, o Dio! l’abitudine che aveva acquisito di imitare la Beata Vergine, che ha seguito Suo Figlio ai piedi della Croce, soffrendo le Sue sofferenze e non temendo di mostrarsi come Sua Madre, quando i Suoi Apostoli dispersi Lo rinnegavano e si nascondevano.

Suor Rosalia è morta ed è ora venerata come santa. Una povera figlia della Carità aveva un convoglio che sarebbe stato invidiato da un principe: tutti i grandi si onoravano di seguirla, e tutti i piccoli la scortavano, piangendo più di una benefattrice, una madre.

Altre storie...