Se non riuscite a trovare quello che state cercando, scriveteci:
apotres@magnificat.ca

Vite dei Santi: sanctoral.com

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Représentation unique de la Crèche.

Le charme de l'Enfant-Dieu vous fera oublier vos soucis, vos chagrins.
Jésus vous offre le cadeau d'un coeur d'enfant rempli d'amour,
de paix et de bonheur véritable.

Les services sont gratuits.

Horaire:

Messe de Minuit:
Messe du jour:
Visite de la Crèche:

Messe de Minuit:
Messe de Minuit:

25 décembre, 00:00 h.
25 décembre, 10:00 h.
25 déc. au 31 janv., 9 h - 18 h

1 janvier, 00:00 h.
6 janvier, 00:00 h.

Messe de Minuit: 25 décembre, 00:00 h.
Messe du jour: 25 décembre, 10:00 h.
Visite de la Crèche: 25 déc.-31 janvier, 9 h-18 h.

Messe de Minuit: 1 janvier, 00:00 h.
Messe de Minuit: 6 janvier, 00:00 h.

Réservation:

(819) 688-5225

Notre adresse:

290 7e rang - Mont-Tremblant - Québec - Canada - J8E 1Y4

Una storia per ogni giorno...

Nostra Signora dell'Assunzione

Vero coraggio.

Tra il piccolo porto di Auray, in Bretagna, e la famosa città di Sainte-Anne, nota per il suo famoso pellegrinaggio, Marc-Thomas e suo figlio Vincent vivevano in una piccola capanna.

Marc aveva solo cinquantasei anni, ma era rotto, malato e malato, e quando la coscrizione venne a togliergli il mantenimento, fu molto infelice. Tuttavia, si sottomise senza mormorare: era un cristiano e rispettava la legge.

Quando Vincenzo se ne andò, gli disse: «Figlio mio, non dimenticare mai che ti ho consacrato alla Santa Vergine; invocala sempre, sii fedele a Lei, e tornerai sano e salvo. Se muori, lei ti riceverà in paradiso e non rimpiangerai la terra.»

Vincent fu incorporato in un reggimento che partì quasi immediatamente per la Crimea.

Non vi dirò qui a quante prove Vincent fu esposto, ma si disse: «Può una persona consacrata alla Santa Vergine fare questo?» Se era no, era no per lui. I suoi amici ridevano di lui, ma i loro scherzi non lo spaventavano più del fuoco nemico.

Un giorno, uno dei suoi compagni, irritato per non poterlo trascinare nelle sue feste di dissolutezza, gli lanciò degli insulti e voleva costringerlo a combattere. «Non combatterò, disse Vincent, perché nessuno di noi ha il diritto di privare l’esercito di un soldato; ma domani forse verrà fatto un assalto a Sebastopoli, e allora vedremo se temiamo il fuoco».

Il giorno dopo fu fatto un assalto, e vicino a Vincent il soldato che lo aveva provocato cadde ferito. Subito una sortita degli assediati fece ritirare gli assedianti, e il soldato doveva essere abbandonato sotto i piedi dei cavalli dei russi. Vincent avanzò rapidamente, prese il ferito, se lo caricò sulle spalle e lo riportò al campo.

Quando il ferito riuscì a parlare: «Oh mio Dio! disse a Vincent, come hai potuto correre abbastanza veloce da allontanarci entrambi dalle armi dei russi? – Oh! rispose Vincent, ho invocato la buona Signora e ho sentito le ali: mi ha mandato i suoi angeli, perché dovevo salvarti la vita: ieri volevi uccidermi.

– È vero, disse il soldato, la tua virtù mi ha disturbato e oggi le devo la vita. Ma mi sono convertito e voglio consacrarmi a Maria come te.»

Vogliamo, come Vincenzo, attirare le anime a Maria; come lui, rendiamo utile la nostra virtù: facciamo il bene, sempre il bene, nient’altro che il bene, e sappiamo renderlo amabile, perché Maria è la Madre più amabile.

(Marie Curo.)

Altre storie...