Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Nostra Signora di La Salette

Gli effetti della recita del Santo Rosario per la conversione delle anime.

Il Santo Rosario fu dato dalla Regina del Cielo al glorioso San Domenico per riportare gli eretici nel seno della Chiesa e per convertire i peccatori. Prendiamo in prestito dagli Annali delle Missioni della Cina un fatto degno di attenzione.

A Kiang-Nan, dice il missionario cinese, la devozione al rosario è antica quanto la fede, ed è forse ad essa che la fede deve la sua conservazione. Nelle parrocchie, i fedeli portano il rosario all’occhiello, e non sono meno orgogliosi di questa decorazione di quanto lo siano di una croce o di un nastro altrove. Maria concede anche loro, in cambio, segni sensibili della Sua protezione. Faremo solo un esempio:

Una povera donna, disperata e in cattivi rapporti con il marito, fu orribilmente tentata di suicidarsi, e scoprì il suo colpevole piano al missionario. Fece ogni sforzo per dissuaderla, e dopo averla esortata a riporre tutta la sua fiducia in Maria, le diede un rosario, raccomandandole di non lasciarlo mai. Un mese dopo, tornò e disse al suo confessore: «Padre, abbi pietà di me; mi dispiace molto! Se esisto ancora, se non sono sommerso dall’inferno, non è colpa mia. Non ho risparmiato nulla per farmi morire; ma inconcepibilmente, non ci sono riuscito. Ho ingoiato saponette di rame arrugginito, e ripetutamente ho bevuto enormi dosi di veleno, e ogni volta non ho provato altro che dolore alle viscere accompagnato da un tremendo vomito. Quante volte mi sono messo a precipitarmi nel fiume! e sempre una mano invisibile mi tratteneva dal bordo dell’acqua: i miei piedi si rifiutavano di lasciare la terra, per quanto mi sforzassi di staccarli».

Mentre parlava, le lacrime le inondavano il viso e i suoi lineamenti angosciati testimoniavano la sua sincerità. Poi il Padre le fece una domanda dopo l’altra sui suoi esercizi di pietà. «Padre, da diversi mesi non ho, le assicuro, recitato la minima preghiera; non ho nemmeno (crimine incredibile tra questi ferventi cristiani) detto il mio rosario. Avevo nel profondo della mia anima l’intima persuasione di essere una vittima condannata senza risorse alla dannazione». Per mezz’ora il missionario cercò invano il nodo segreto della faccenda; ma la parola del rosario glielo fece scoprire. Venne a sapere che la sfortunata donna, fedele alla sua raccomandazione, non si era mai lasciata separare dal suo Rosario, nonostante tutti i suggerimenti contrari del nemico del genere umano. «Questo è sufficiente», le disse, «vai e umiliati ai piedi della buona Madre». Una conversione sincera è stata il frutto di questo segnale di protezione.

Pii figli di Maria, imparate dal racconto di questo pio missionario ad avere piena fiducia nella Madonna del Rosario. Applicatevi alla santa pratica di recitare ogni giorno il Rosario, e amate portarlo con voi; sarà un grande aiuto per rendere la Regina del Cielo favorevole a voi. Quanto è prezioso amare e servire Maria!

Altre storie...