Se non riuscite a trovare quello che state cercando, scriveteci:
apotres@magnificat.ca

Vite dei Santi: sanctoral.com

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Représentation unique de la Crèche.

Le charme de l'Enfant-Dieu vous fera oublier vos soucis, vos chagrins.
Jésus vous offre le cadeau d'un coeur d'enfant rempli d'amour,
de paix et de bonheur véritable.

Les services sont gratuits.

Horaire:

Messe de Minuit:
Messe du jour:
Visite de la Crèche:

Messe de Minuit:
Messe de Minuit:

25 décembre, 00:00 h.
25 décembre, 10:00 h.
25 déc. au 31 janv., 9 h - 18 h

1 janvier, 00:00 h.
6 janvier, 00:00 h.

Messe de Minuit: 25 décembre, 00:00 h.
Messe du jour: 25 décembre, 10:00 h.
Visite de la Crèche: 25 déc.-31 janvier, 9 h-18 h.

Messe de Minuit: 1 janvier, 00:00 h.
Messe de Minuit: 6 janvier, 00:00 h.

Réservation:

(819) 688-5225

Notre adresse:

290 7e rang - Mont-Tremblant - Québec - Canada - J8E 1Y4

Una storia per ogni giorno...

San Giuseppe

Studenti senza talento protetti da San Giuseppe.

«Era il mese di aprile e avevamo appena finito gli esercizi per il mese di San Giuseppe, che celebravamo per la prima volta nella scuola. Un alunno del terzo anno disse a suo fratello minore, che era nella sua stessa classe: «Da quando ho imparato a conoscere e a pregare San Giuseppe, le mie lezioni e i miei doveri non mi costano nulla. Quando tu stesso sei imbarazzato per qualcosa, prega San Giuseppe, e vedrai che dopo tutto andrà bene». Due giorni dopo, veniva dato un grande componimento che doveva valere tre, un componimento trimestrale che era, quindi, abbastanza importante e decisivo sia per la pagella che per i premi. Al terzo anno, era una versione in latino molto difficile. Il più grande capì il compito e fece una copia eccellente; fu il primo. Il più giovane cercava di capire, sfogliava il suo dizionario, si metteva la testa tra le mani; invano lavorava, non vedeva niente, non capiva, era troppo difficile. La metà del tempo è già passata, e non è ancora stato fatto nulla. «Sarò l’ultimo», disse il bravo giovanotto, «il che mi farà arrivare penultimo in eccellenza sulla mia pagella». E mentre diceva questo, era molto triste. Ma improvvisamente un raggio brillò nel suo cuore, era quello della speranza. Si ricordò di San Giuseppe, e recitò un Padre Nostro e un’Ave in suo onore: «Ah!» disse a suo fratello in ricreazione, «San Giuseppe mi ha fatto trovare quello che non riuscivo a trovare, sono sicuro che sarò il secondo.» Non si sbagliava: la sua copia era quasi uguale a quella di suo fratello maggiore. E ha raccontato questo fatto con gratitudine. Un bel giovane! Morì l’anno seguente una morte preziosa davanti a Dio.

(Citiamo questo fatto alla lettera, perché ci è stato dato dal cappellano di un collegio gestito dai Padri Maristi. Maristi).

Nessun problema è al di là del potere di San Giuseppe. Ahimè! Troppo spesso dimentichiamo di ricorrere a lui nelle nostre necessità.

Altre storie...