Se non riuscite a trovare quello che state cercando, scriveteci:
apotres@magnificat.ca

Vite dei Santi: sanctoral.com

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Représentation unique de la Crèche.

Le charme de l'Enfant-Dieu vous fera oublier vos soucis, vos chagrins.
Jésus vous offre le cadeau d'un coeur d'enfant rempli d'amour,
de paix et de bonheur véritable.

Les services sont gratuits.

Horaire:

Messe de Minuit:
Messe du jour:
Visite de la Crèche:

Messe de Minuit:
Messe de Minuit:

25 décembre, 00:00 h.
25 décembre, 10:00 h.
25 déc. au 31 janv., 9 h - 18 h

1 janvier, 00:00 h.
6 janvier, 00:00 h.

Messe de Minuit: 25 décembre, 00:00 h.
Messe du jour: 25 décembre, 10:00 h.
Visite de la Crèche: 25 déc.-31 janvier, 9 h-18 h.

Messe de Minuit: 1 janvier, 00:00 h.
Messe de Minuit: 6 janvier, 00:00 h.

Réservation:

(819) 688-5225

Notre adresse:

290 7e rang - Mont-Tremblant - Québec - Canada - J8E 1Y4

Una storia per ogni giorno...

San Giuseppe

Bisogna essere fedeli alle buone risoluzioni.

Da Besançon, Francia, un giovane ha scritto questa lettera il 10 marzo 1875:

Gloria a Gesù, onore a Maria ed eterna gratitudine al più glorioso, più potente, più buono San Giuseppe! Questi, Padre, sono i primi sentimenti di gratitudine che vengono da un cuore traboccante di gioia e di amore.

Molti anni fa, grazie alla speciale protezione di San Giuseppe, ho ricevuto i diplomi universitari; avevo fatto ogni sorta di promesse a questo santo Patriarca, una in particolare che avevo deciso di mantenere per il resto della mia vita. Una volta in possesso dei miei gradi, sono stato fedele per qualche tempo; ma a poco a poco ho dimenticato le mie risoluzioni e anche colui dal quale avevo ricevuto il beneficio. Trasportato da uno spirito di orgoglio, vanità e autoconvinzione, camminavo rapidamente nelle vie del mondo, e più salivo nella stima degli uomini, più mi allontanavo da Dio. Ma la misericordia di Dio, per salvarmi, mi ha colpito come Saulo sulla strada di Damasco! Sono stato buttato a terra e ridotto nella situazione più deplorevole. Vedendomi abbandonato in questo modo, la sventura mi ha aperto gli occhi: ho riconosciuto le mie colpe, ho guardato Dio, che avevo tanto offeso, e gli ho chiesto perdono. Ma ho dovuto fare penitenza: ho pregato Maria, il rifugio dei peccatori: l’ho invocata sotto il nome di Madre, e, sebbene fossi molto indegna, ho provato consolazione. Finalmente mi ricordai della protezione che San Giuseppe mi aveva dato una volta; mi gettai tra le sue braccia come il figliol prodigo, e ricominciai a mettere in pratica la mia risoluzione, così a lungo abbandonata. Poi ho messo un biglietto sotto la sua statua in cui gli chiedevo una grazia, la più importante della mia vita dopo quella della salvezza eterna. Non sono stato ingannato nelle mie speranze, ho ottenuto tutto, ed è per ringraziare questo grande Santo quanto è in me che vi scrivo queste righe.

Quando abbiamo ricevuto benefici dal Padre delle luci, attraverso la mediazione di Maria o Giuseppe, dobbiamo essere grati; questo è uno dei modi più efficaci per ottenere nuovi favori. L’ingratitudine, invece, è come un vento infuocato che prosciuga la fonte delle grazie e lascia il povero peccatore alla sua debolezza naturale. Felice se, tornando a se stesso, riconosce i suoi torti verso il suo benefattore celeste.

Altre storie...