Se non riuscite a trovare quello che state cercando, scriveteci:
apotres@magnificat.ca

Vite dei Santi: sanctoral.com

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Représentation unique de la Crèche.

Le charme de l'Enfant-Dieu vous fera oublier vos soucis, vos chagrins.
Jésus vous offre le cadeau d'un coeur d'enfant rempli d'amour,
de paix et de bonheur véritable.

Les services sont gratuits.

Horaire:

Messe de Minuit:
Messe du jour:
Visite de la Crèche:

Messe de Minuit:
Messe de Minuit:

25 décembre, 00:00 h.
25 décembre, 10:00 h.
25 déc. au 31 janv., 9 h - 18 h

1 janvier, 00:00 h.
6 janvier, 00:00 h.

Messe de Minuit: 25 décembre, 00:00 h.
Messe du jour: 25 décembre, 10:00 h.
Visite de la Crèche: 25 déc.-31 janvier, 9 h-18 h.

Messe de Minuit: 1 janvier, 00:00 h.
Messe de Minuit: 6 janvier, 00:00 h.

Réservation:

(819) 688-5225

Notre adresse:

290 7e rang - Mont-Tremblant - Québec - Canada - J8E 1Y4

Una storia per ogni giorno...

Gesù bussa alla porta del nostro cuore

Il punto di Lutero.

La vera chiesa deve avere un santo fondatore. Pertanto, quando si può dimostrare che il fondatore di una religione non era un modello di perfezione, ma piuttosto il contrario, si può dire che tale religione manca del marchio della santità. Questa prova è più facile di quanto si possa pensare per Lutero e la sua chiesa. Chiunque legga gli scritti di Lutero vi troverà non solo molti passaggi che denotano un amor proprio esaltato e un carattere odioso, ma anche un uomo soggetto a passioni vergognose. Lutero usa costantemente espressioni grossolane come «bocca, mostro, bruto, porco, asino, sterco, peste, sputare, divorare, ubriacarsi», per non ripetere quelle che farebbero arrossire l’uomo onesto meno istruito. È soprattutto il Papa che cerca di sporcare con la sua melma. Il suo eccessivo orgoglio e il suo amor proprio appaiono in frasi come: «Sono conosciuto in cielo, in terra e negli inferi». Ho così tanta autorità…. Sono un grande medico che vale più del papa, dei vescovi e dei monaci». Lutero, dicendo che non può recitare il «Pater» senza bestemmiare, intendeva dire che recitando il «Pater» è diventato così arrabbiato con il Papa e la Chiesa Cattolica che si è sentito costretto a maledirli. Durante la rivolta dei contadini, Lutero consigliò ai principi «di bastonare i cattivi, strangolarli e massacrarli, perché un principe può ora conquistare il cielo molto meglio spargendo sangue che pregando».

Un solo fatto simile nella vita di un santo proposto per la canonizzazione sarebbe sufficiente per impedire la beatificazione. E Lutero sarebbe un «uomo di Dio» e un riformatore! Diversi scrittori, tra cui Dôllinger, sono dell’opinione che Lutero fosse ubriaco quando scriveva. Ci sono anche protestanti che rimproverano Lutero per le sue banalità e dicono che le sue opere sembrano il lavoro di un guardiano di maiali piuttosto che di un pastore di anime di tale fama. (Vedi Dr. Germanus: Reformationsbilder. Herder.) Così Wicel scrisse giustamente nel 1531 a un discepolo di Lutero chiamato Balthasar Raid: «Una tale rabbia, una tale sete di vendetta, una tale brutalità, una tale mania di calunnia, una tale imprudenza, una tale dissolutezza…. non si trovano nemmeno nei falsi profeti e negli eretici. Tu stesso lo sai». E il dotto Erasmo scrive: «Il più semplice buon senso ti dice che un uomo che ha prodotto una tale rivoluzione, che prova piacere negli insulti e nelle calunnie, senza poterne mai avere abbastanza, non può essere un inviato di Dio. Questa arroganza, la più grande che sia mai stata, non può essere esente da follia, e questa frivolezza sfrenata non è compatibile con lo spirito apostolico».

Il personaggio di Lutero dimostra che il marchio di «santità» manca alla Chiesa protestante da lui fondata.

Altre storie...