Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Notre Dame du Laus

Preghiere del Rosario (continua)Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre; O Gesù mio...

Il Padre Nostro o Preghiera domenicale, che il Figlio di Dio e Dio stesso ha tratto dal seno del Padre, dal centro di tutta la verità, è la più bella, la più completa e la più commovente preghiera che possiamo pregare. Essa contiene tutto ciò che possiamo chiedere e desiderare. Se, quando recitiamo questa sublime preghiera, non alteriamo in alcun modo il suo merito divino; se passa puramente attraverso le nostre labbra, dopo aver raggiunto il trono di Dio, viene ascoltata favorevolmente per il rispetto dovuto al suo Autore; la sua origine celeste viene immediatamente riconosciuta, e gli Angeli soli possono dire con quale impazienza l’amore del Padre concede la raccomandazione del Figlio.

L’Ave Maria, che si chiama il Saluto Angelico, è la più bella preghiera che possiamo offrire a Maria; le ricordiamo la sua grandezza, le sue virtù, le sue perfezioni, il suo potere in cielo e in terra. Tanto gradito a Maria quanto benefico per i suoi figli, il Saluto Angelico è per loro una fonte preziosa di grazie e benedizioni. Santa Elisabetta fu riempita di Spirito Santo non appena Maria la salutò. La Beata Vergine applica le grazie dell’Incarnazione a coloro che le rinnovano il ricordo di questo mistero e che si congratulano con lei per la sua felicità.

Il Gloria Patri, che termina ogni decina, è una preghiera che ci viene dagli Apostoli; la Chiesa la fa ripetere ai suoi ministri più di cento volte al giorno, e non può essere ripetuta troppo spesso, per dare in ogni momento, se fosse possibile, come faremo nell’eternità, Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Santa Maria Maddalena dei Pazzi accompagnava sempre questa dossologia con un’offerta di se stessa alla Santissima Trinità, e poi chinava il capo come se lo presentasse alla spada dei carnefici, per essere martire della fede cristiana. Ogni volta che, nella sua vecchiaia, Sant’Alfonso Maria Liguori sentiva qualche notizia felice per la gloria di Dio o il beneficio della Chiesa, gridava con santa emozione: Gloria Patri et Filio, et Spiritui sancto.

Il decennio termina con la bellissima preghiera insegnata dalla Madonna ai tre pastorelli di Fatima, con la quale chiediamo perdono, misericordia e salvezza per noi stessi e per tutti i peccatori. O mio Gesù, perdona i nostri peccati… La Beata Vergine Maria ha specificato che si recita dopo ogni decina.

(Padre Huguet)

Altre storie...