Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Nostra Signora dell'Assunzione

Quanto è misericordiosa Maria.

Un avvocato nel sud della Francia aveva ricevuto un’educazione cristiana all’inizio; ma un insegnante senza Dio e vizioso gli corruppe la mente e il cuore: il giovane divenne ateo. Si abbandonò per diciassette anni a tutte le sue passioni e, furioso per non aver trovato la felicità in esse, fu perseguitato per dieci anni interi dal terribile pensiero del suicidio. All’età di trentadue anni, un affare lo portò a Parigi, e lì si trovò umiliato nelle sue due passioni più care, l’orgoglio e il libertinaggio. Fuori di sé, furioso, disperato, attraversò la piazza di Notre-Dame des Victoires, senza sapere dove andava. La porta della chiesa è aperta; egli vi si getta dentro con tutto il suo furore. Nella sua frenesia, si scaglia contro Dio per i suoi problemi; arriva a minacciarlo con il suo pugno. «Se è vero che Tu esisti, dice, perché sono così infelice?» Qui vede la statua di Maria; la guarda con furore: «Liberami, dice, se puoi fare qualcosa». O buona Maria, Ella ascolta questa indegna preghiera: in quella stessa ora l’agitazione del peccatore diminuisce, ed egli riprende tranquillamente: «O Tu, consolazione degli infelici, abbi pietà di me». La Beata Vergine ebbe davvero compassione di questo povero peccatore: gli ispirò di tornare più volte ai Suoi piedi; gli fece sentire la vacuità delle passioni e dei sistemi empi che aveva ciecamente seguito. La pace e la felicità dei suoi primi anni tornarono alla sua mente. Decise di andare a confessarsi e presto poté ricevere Nostro Signore Gesù Cristo. Per il resto della sua vita, è stato un modello di edificazione e il propagatore della devozione al Cuore Immacolato di Maria, il rifugio dei peccatori.

Altre storie...