Se non riuscite a trovare quello che state cercando, scriveteci:
apotres@magnificat.ca

Vite dei Santi: sanctoral.com

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Représentation unique de la Crèche.

Le charme de l'Enfant-Dieu vous fera oublier vos soucis, vos chagrins.
Jésus vous offre le cadeau d'un coeur d'enfant rempli d'amour,
de paix et de bonheur véritable.

Les services sont gratuits.

Horaire:

Messe de Minuit:
Messe du jour:
Visite de la Crèche:

Messe de Minuit:
Messe de Minuit:

25 décembre, 00:00 h.
25 décembre, 10:00 h.
25 déc. au 31 janv., 9 h - 18 h

1 janvier, 00:00 h.
6 janvier, 00:00 h.

Messe de Minuit: 25 décembre, 00:00 h.
Messe du jour: 25 décembre, 10:00 h.
Visite de la Crèche: 25 déc.-31 janvier, 9 h-18 h.

Messe de Minuit: 1 janvier, 00:00 h.
Messe de Minuit: 6 janvier, 00:00 h.

Réservation:

(819) 688-5225

Notre adresse:

290 7e rang - Mont-Tremblant - Québec - Canada - J8E 1Y4

Una storia per ogni giorno...

Sacra Famiglia

Il pollice incorruttibile di Santa Edith.

Figlia del re anglosassone Edgar, Santa Edith aveva l’abitudine di farsi spesso il segno della croce durante il giorno sulla fronte, sulle labbra e sul cuore, soprattutto prima del lavoro e prima di ogni uscita. Quando, 13 anni dopo la sua morte, i suoi resti furono trasferiti in un luogo più onorevole e la sua bara fu aperta, il suo corpo fu trovato in polvere, tranne il pollice della mano destra, con cui aveva fatto così spesso il segno della croce durante la sua vita. Dio ha mostrato con un miracolo quanto gli sia gradito questo esercizio di pietà.

Il segno della croce è molto gradito a Dio perché facendolo si onora il mistero della Redenzione che è la più grande prova dell’amore di Dio per gli uomini.

Una benedizione episcopale con la famiglia.

Il vescovo Dinkel (+ 1894), vescovo di Augsburg, era solito passare la notte a casa di un conte dei suoi amici nei suoi giri di cresima, e dopo cena parlava con la famiglia per un po’. Una sera il bambino più piccolo, sentendosi assonnato, andò da sua madre per chiederle la benedizione. «Oggi», rispose la madre, «il vescovo ha dato a tutti noi una benedizione.» Il bambino non era contento, tornò a chiedere la benedizione, dicendo: «Mamma, quella non era la vera benedizione. – Ebbene», disse il vescovo, «mi mostri una volta come si dà la benedizione?». Il bambino andò a prendere dell’acqua santa, vi intinse il dito e fece tre croci sulla fronte del prelato mentre diceva le parole consacrate. Il vescovo fu molto contento di questa benedizione data da un bambino innocente; ma il bambino non voleva andare a letto finché non fosse stato benedetto da suo padre e sua madre.

Che molti genitori possano imitare questo esempio, perché le preghiere e le benedizioni dei genitori sono straordinariamente efficaci. È utile firmare spesso se stessi e la propria famiglia con il segno della croce.

Altre storie...