Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

L’astronomo e il globo.

Il dotto astronomo e fisico Athanasius Kircher (+ a Roma 1680) aveva un amico che negava l’esistenza di Dio e sosteneva che i corpi celesti si erano prodotti spontaneamente. Un giorno, quando questo agnostico tornò nello studio del gesuita, vide in un angolo un magnifico globo. «Chi», chiese a padre Kircher, «ha fatto questo globo? – Nessuno; è di se stesso. – Ti stai prendendo gioco di me! – No, non lo sono. Se gli immensi globi del firmamento non sono stati creati, perché ci vuole un artigiano per questa piccola palla?». Il libertino se ne andò confuso e costretto a confessare che il suo principio era assurdo.

L’esistenza di Dio è dedotta dall’esistenza delle creature.

Le poesie di Schiller prodotte per caso.

Un cosiddetto libero pensatore sostenne una volta in presenza di un prete che il mondo è l’effetto del caso: «Ah!» disse il prete, «lei sa anche come sono state prodotte le opere di Schiller? Ve lo dirò. Schiller aveva una grande pila di fogli nel suo studio. Le mosche, che per caso avevano le zampe piene d’inchiostro, vagavano su questa carta, e le linee risultanti davano origine a pezzi di versi. La scienza ha dimostrato che Schiller non aveva nulla in comune con la loro composizione.»

Se è assurdo credere che le poesie di Schiller siano l’effetto del caso e non dell’intelligenza del poeta, è ancora più assurdo credere all’origine fortuita dell’universo senza l’assistenza dell’intelligenza divina.

Altre storie...