Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Sacra Famiglia

La morte improvvisa di un ateo a Baltimora.

Un ateo, Whitney, ha fatto molto parlare di sé in America. Un giorno si trovava in un ristorante di Baltimora con alcuni amici ed era impegnato in una conversazione con loro su questioni religiose e fu sollevata la questione dell’esistenza di Dio. Whitney negò e aggiunse alla sua negazione la seguente maledizione: «Sfido questo cosiddetto Onnipotente ad uccidermi in questo istante: non lo farà, perché non esiste». Immediatamente cadde a terra, e tutti gli sforzi per rianimarlo furono inutili: era morto e ben morto. Questo fatto fu riportato dalla maggior parte dei giornali in America e fece un’impressione molto profonda. (New-York Herald 1903)

Gli empi sono spesso puniti da Dio in questa vita. Dio accetta la sfida dell’ateo soprattutto per l’eternità: gli mostrerà che effettivamente, a causa della sua scelta infelice, non c’è più per lui un Dio d’amore, né di conseguenza di felicità eterna.

Il locandiere empio.

Due viaggiatori entrarono una sera nella casa di un albergatore di libero pensiero. Seduti sulla terrazza contemplavano il firmamento stellato e deliravano sull’onnipotenza di Dio; l’oste, che li sentiva, sorrideva e diceva loro che tutto questo veniva dall’evoluzione della materia e non da Dio, che non esisteva. Andarono a letto e nel mezzo della notte scoppiò un incendio in una casa vicina. L’abbaiare dei cani e la luce svegliarono l’oste, che si precipitò sulla strada, alzando le braccia al cielo e gridando: «Mio Dio! Mio Dio, non lasciare che il fuoco si impossessi di me!» Gli ospiti, che avevano ascoltato le sue grida e la sua preghiera, gli dissero: «Ieri eri così orgoglioso da proclamare che non c’è nessun Dio, e oggi implori il Suo aiuto: questo non è sincero, quindi è dubbio che ti aiuterà; è ansioso di castigarti per la tua empietà». E infatti l’hotel cominciò a prendere fuoco.

In mezzo al pericolo, non ci sono più atei.

Altre storie...