Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Sacra Famiglia

Consolazione per la perdita di un figlio prediletto.

Alcuni genitori erano inconsolabili per la morte di un ragazzo pio e talentuoso. Un giorno la madre confidò il suo dolore al suo parroco, che aprì la Bibbia e lesse il seguente passo del Libro della Sapienza: «Come piacque a Dio, divenne il suo figlio prediletto, e poiché viveva tra i peccatori, Dio lo portò via. È stato portato via perché il male non corrompa la sua intelligenza e l’errore non inganni il suo cuore… Perfetto in poco tempo, riempì molti anni, perché la sua anima si conformò al Signore, che si affrettò a separarlo dalla società degli uomini viziosi». (Sapienza 4:10 e seguenti) Il parroco diede alla madre una spiegazione del testo sacro, e lei promise di non lamentarsi più, per non offendere la bontà di Dio. Poi tornò a casa, riempì l’anima di suo marito con le stesse consolazioni e gli ispirò gli stessi sentimenti di rassegnazione.

Dio, conoscendo ogni cosa, prevede che molti uomini giusti saranno corrotti dal male del mondo, e lo porta via nel fiore della sua età. Questo è un pensiero che dovrebbe essere meditato da coloro che piangono un caro defunto, prematuramente portato via dalla morte.

La preghiera di uno scolaro sulla sua lavagna.

Il bambino di un buon artigiano era diventato freddo. Quando il giorno dopo voleva andare a scuola, suo padre gli disse: «Caro, sei indisposto, non puoi andare a scuola; resta nella stanza calda e lavora qui. Prendi la matita e la lavagna e fai un esercizio di scrittura.» Il bambino obbedì e scrisse la seguente preghiera: «Mio Gesù, Ti prego, rendimi un bambino pio. Se non dovessi diventarlo, prendimi da questa terra, accoglimi in cielo, rendimi come gli angeli.» Poco dopo il bambino si lamentò di un violento mal di gola e dovette essere messo a letto; il giorno dopo arrivò la difterite, e il giorno dopo aveva smesso di vivere. I genitori conservarono la lavagnetta del loro bambino come una preziosa reliquia e trassero conforto dal pensiero che il Salvatore aveva risposto alla preghiera del loro amato bambino.

Dio richiama a sé più di un bambino per essere un angelo in cielo, perché prevede che questo bambino sarebbe stato rovinato in questo mondo e dannato nell’eternità.

Altre storie...