Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Gesù bussa alla porta del nostro cuore

Cristo che bussa alla porta.

Ispirandosi alle parole della Scrittura: «Ecco, Io sto alla porta e busso» (Apoc. 3:20), un pittore ha creato un bel quadro che simboleggia la grazia attuale. Davanti a una porta vediamo Nostro Signore che bussa e chiede di entrare. La casa dove il Buon Pastore vuole entrare è il nostro cuore. L’uomo può aprire la porta, cioè cooperare con la grazia, oppure lasciarla chiusa o addirittura tirare la serratura, cioè resistere alla grazia.

Il legislatore Zalenkus.

Zalenkus, legislatore dei Locresi, aveva stabilito una legge severa contro l’adulterio: chi commetteva questo crimine era condannato ad avere gli occhi cavati. La prima persona a infrangere la legge fu suo figlio, e il dolore del padre fu immenso. «Vorrei, gridò, che non fossi un padre, o che non fossi un giudice. – Padre e figlio, ha aggiunto, sono una sola carne e, per così dire, una sola persona. Chiedo quindi che mi cavino un occhio per amore di mio figlio e che si cavino un occhio a mio figlio per rispetto della legge.» E così è stato fatto.

Il mondo si stupisce di un tale amore. Tuttavia, non è niente in confronto all’amore che Gesù Cristo, il Figlio di Dio, ha per noi, perché non ha sofferto metà della pena, ma tutta la pena. Per mostrarci il Suo amore infinito, ha persino sofferto molto più di quanto fosse necessario per redimerci.

Altre storie...