Cerca
Generic filters

Se non trovate quello che state cercando,
potete inviare un'e-mail:
apotres@magnificat.ca

Magnificat!

Per la conservazione del Deposito della Fede!
Che il Regno di Dio venga!

Una storia per ogni giorno...

Notre Dame du Laus

Origine della parola «rosario»

Era abitudine degli antichi popoli orientali offrire corone di rose a persone distinte; e i primi cristiani si compiacevano di onorare in questo modo le immagini della Beata Vergine e le reliquie dei martiri.

Un vescovo illustre, San Gregorio di Nazianzo, pieno di pietà verso la Madre di Dio Salvatore, fu ispirato a sostituire la corona materiale di rose con una corona spirituale di preghiere, convinto che sarebbe stata più gradita alla Beata Regina della Chiesa. A questo scopo compose una lunga serie o corona di preghiere, intessuta delle più belle lodi, dei più gloriosi titoli e delle più eccellenti prerogative di Maria.

Santa Brigida, patrona dell’Irlanda, perfezionò questo pio pensiero nel quinto secolo. Ha portato il pensiero di San Gregorio alla portata di tutti, sostituendo alle belle preghiere che egli aveva composto, ma che il popolo non conosceva, le preghiere ancora più belle, e peraltro tutte popolari, del Credo, del Pater e dell’Ave Maria. – E affinché si potesse sapere, con un indizio materiale, dove ci si trovava nella recitazione di queste preghiere, adottò l’usanza degli anacoreti della Tebaide, e infilò dei grani di pietra o di legno a forma di corona. – Rosario significa corona di rose. Sono rose spirituali, preghiere piene d’amore con le quali adorniamo il capo di nostra Madre.

Il rosario è dunque un modo molto semplice e facile di pregare il buon Dio e di rendere alla Sua santa Madre i doveri a Lui dovuti.

(Padre Huguet)

Altre storie...